Elezioni Politiche - Meccanismo del Voto

Italicum, Carlassare: “Governabilità è artificio per garantire stabilità al potere” ( Pierluigi Giordano Cardone )

Stampa

Lorenza Carlassare

Chi ha scritto la legge dice che non è la migliore possibile, ma almeno garantisce la governabilità. E’ d’accordo? La governabilità è una sciocchezza, perché per come viene proposta sembra mirare solo alla stabilità. Eppure la Corte Costituzionale è stata molto chiara nel dire che ciò che va ristabilita è il valore della rappresentanza. La governabilità come la intendono loro è solo il fatto che il governo non deve cadere: qualunque artificio è buono per garantire la conservazione degli esecutivi. E’ un’idea balorda perché questo non significa efficacia o efficienza dell’azione governativa. Basti pensare a come si è trascinato penosamente l’ultimo governo Berlusconi fino alla soluzione del governo tecnico di Monti: se ne andavano persone e lui ne raccattava altre, ma nel frattempo non faceva più niente, non decideva più niente, eppure rimaneva lì. Cosa vuol dire la stabilità così? E’ un danno tremendo che può portare a un’infinità di guai. Nella riforma del bicameralismo, noti la proposta di Renzi sul Senato (che poi Berlusconi ha detto, smontandolo, che quelle riforme sono le sue e non di Renzi. E ha fatto bene a sottolinearlo…): non è più elettivo, non si elegge più. L’idea è sempre quella: limitare o eliminare il più possibile qualsiasi voce del corpo elettorale, per non parlare delle voci dissenzienti. La Costituzione, invece, è basata sul pluralismo politico, non su questo ridicolo bipolarismo che in Italia non esiste.

leggi tutto

Chi non condivide politicamente l'Italicum ed è contro il Pd eviti di utilizzare la Costituzione (Stefano Ceccanti)

Stampa

È politicamente comprensibile che alcuni costituzionalisti, oltre ad altre personalità di altre discipline giuridiche e ad altri intellettuali - a partire da un nucleo duro ben riconoscibile dell'estrema sinistra - che risultarono sconfitti dalle sentenze dei primi anni '90 sui referendum elettorali, quelle che spianarono la strada alla democrazia maggioritaria, vogliano oggi prendersi una rivincita.

Sin dall'inizio si sono opposti coerentemente a sistemi selettivi di trasformazione dei voti in seggi, all'elezione diretta del sindaco e del presidente della regione, nonché alla nascita e allo sviluppo di partiti a vocazione maggioritaria come il Pd che, nel caso italiano, fanno necessariamente leva su quegli incentivi istituzionali.

Si tratta però, con tutta chiarezza di una battaglia politica, in senso lato di politica istituzionale, contro i sistemi selettivi e contro il Pd, di fatto a favore delle grandi coalizioni fino a Berlusconi compreso anche nella prossima legislatura, che però non ha strettamente a che fare con la Costituzione. Chi ci crede fa bene a mobilitarsi in quella chiave, ma è pura lotta politica, non altro. È importante svelare questo equivoco: si fa una battaglia sulle regole ma l'obiettivo è politico non costituzionale.

Infatti la sentenza 1/2014 non segna affatto la chiusura di una parentesi che obbligherebbe la politica alla proporzionale più o meno pura e alle preferenze. Se si vuole si può prendere quella strada o comunque mantenerla, esercitando poteri di veto contro l'Italicum mantenendo il sistema risultante dall'intervento della Corte. Ma è una scelta politica, fondata sui voti, magari quelli segreti ancora consentiti alla Camera in questa materia, non un atto dovuto.


leggi tutto

Io lo chiamerei bastardellum (Giovanni Sartori)

Stampa

Siccome sono io che ho inventato a suo tempo le etichette Mattarellum e poi Porcellum , oramai mi è venuto il vizio e così provo ancora. Italicum proprio non mi va. Sa di treno. Al momento proporrei Bastardellum . Ma si intende che si può trovare di meglio. Il punto che devo continuare a sottolineare è che la riforma elettorale è materia di legge ordinaria, mentre la riforma dello Stato è materia di legge costituzionale. E i tempi tra le due cose sono molto diversi, anche di due anni. Però se non vogliamo incappare in errori del passato le due cose devono essere armonizzate (nelle nostre teste) sin dall’inizio.


leggi tutto

Fai conoscere Korallion

Scarica il banner di Korallion e pubblicalo sul tuo sito, blog, pagina; presentalo ai tuoi amici e visitatori; LA TUA VISIBILITA' CRESCE INSIEME ALLA SUA.

Chi è in linea?

Abbiamo 5487 visitatori e nessun utente online