VOTO DI PREFERENZA: Referendum per l'abrogazione di alcune disposizioni del D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 -

Stampa

SOMMARIO: Scheda sul referendum per abrogare le norme che prevedono la possibilità per gli elettori di esprimere più di un voto di preferenza, promosso dal Corel (Comitato promotore dei referendum elettorali) costituito da deputati di diverse formazioni politiche: Mario Segni (Dc), Marco Pannella e Giuseppe Calderisi (Pr), Augusto Barbera (Pci), Franco Bassanini (Sin. Indipendente), Mauro Dutto (Pri), Alfredo Biondi(Pli). Marco Pannella non ha aderito a questo referendum.

(CAMERA DEI DEPUTATI - QUADERNI DI DOCUMENTAZIONE DEL SERVIZIO STUDI - IL REFERENDUM ABROGATIVO IN ITALIA: LE NORME, LE SENTENZE, LE PROPOSTE DI MODIFICA, Roma 1981 - Aggiornamenti successivi)

9 febbraio 1990: annuncio della richiesta (G.U. 33/1990)

2 agosto 1990: presentazione della richiesta

15 novembre 1990: ordinanza Ufficio centrale per il referendum della Corte di cassazione che dichiara legittima la richiesta

17 gennaio 1991: sentenza n. 47 della Corte costituzionale che dichiara ammissibile la richiesta

17 aprile 1991: D.P.R. d’indizione del referendum

9-10 giugno 1991: svolgimento del referendum

elettori: 47.377.843

elettori votanti: 29.609.635

voti attribuiti alla risposta affermativa (SI): 26.896.979

voti attribuiti alla risposta negativa (NO): 1.247.908

3 luglio 1991: D.P.R. n. 200 di abrogazione di talune disposizioni del testo unico delle leggi recanti norme per le elezioni della Camera dei deputati, approvato con D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361

Leggi tutto

Fai conoscere Korallion

Scarica il banner di Korallion e pubblicalo sul tuo sito, blog, pagina; presentalo ai tuoi amici e visitatori; LA TUA VISIBILITA' CRESCE INSIEME ALLA SUA.

Chi è in linea?

Abbiamo 5602 visitatori e nessun utente online