Informatizzazione, back office, front office (Stefania di Bologna)

Stampa

Ho letto i numerosi commenti sulle varie tematiche e sinceramente non pensavo che fossimo tutti ridotti "Cristo e pietà", ero convinta che qualche ufficio si potesse trovare in condizioni dignitose, ma così non è.

I problemi sono davvero comuni a tutti da nord a sud.

Informatizzazione: se ne parla tanto, ma il RE.GE. è un programma che, secondo me, fa acqua da tutte le parti, forse può essere utile solo per le archiviazioni (e non sempre, mettiamo che ci sia un ricorso in cassazione e il fascicolo venga riassegnato, non si capisce a chi è stato riassegnato e come è stata conclusa la procedura se non si va nelle annotazioni estese (sempre che un assistente non abbia avuto il buon cuore di fare le annotazioni corrette); non parliamo di stralci e trasmissioni di fascicoli ad altri tribunali per competenza territoriale, recentemente mi sono trovata a ricostruire i passaggi di un fascicolo tra Bologna e Ravenna ritornato a Bologna che sembrava fosse sparito nel nulla; con un gran colpo di fortuna ho scoperto che nel frattempo è stato definito a Bologna con un rito alternativo; 

Io lavoro in cancelleria centrale gip e a contatto giornalmente con l'utenza - che spesso non ha pazienza - non è certo facile fare lo slalom tra le annotazioni che trovo o non trovo a RE.GE. e riuscire a dare risposte allo sportello.

Scannerizzazione degli atti: magari!!  dove troviamo i soldi per acquistare gli scanner? quando vedo processi formati da 20 faldoni copiati e ricopiati svariate volte per gli stralci mi viene da piangere se penso che con pochi CD del costo di 1 Euro si potrebbe evitare una spesa esagerata di carta, che poi non serve a nulla.

Back office: il personale è sempre meno a causa di pensionamenti e chi rimane ancora in servizio si deve far carico dei servizi lasciati dai neo pensionati; non hanno soldi per gli scanner, figuriamoci se ci sono soldi per nuove assunzioni!!! personale che viene applicato in udienza e deve abbandonare all'improvviso ciò che sta facendo per poi riprenderlo facendo straordinario che verrà pagato, se viene pagato, l'anno successivo.

Da noi lavorano gratuitamente persone in cassa integrazione provenienti dal privato solo per movimentazione carte da un ufficio all'altro, ormai stiamo raschiando il fondo del barile.

Front office: come ho detto prima lavoro in una cancelleria centrale penale e giornalmente sono a contatto con pubblico di svariata tipologia, dall'avvocato all'imputato italiano o extracomunitario che si esprime in termini non adeguati, ai familiari dei detenuti ingastriti come faine perchè sono stati indirizzati in "tribunale" per avere informazioni sul familiare arrestato la notte. Mi trovo spesso da sola a mediare situazioni più grandi di me, capire al volo chi ho davanti cosa vuole e perchè è così incavolato, non spaventarmi, non arrabbiarmi e dare RISPOSTE esaurienti con gentilezza e magari nel frattempo rispondere al telefono e focalizzare con chi sto parlando mentre un avvocato mi allunga le marche per i diritti di copia

E, se arriva la p.g. con una misura eseguita nottetempo, far uscire il pubblico con educazione dal mio ufficio per capire con calma chi hanno arrestato, se la misura è nostra o di altro tribunale (magari la p.g. che ha effettuato l'arresto di notte arriva da Reggio Calabria e sono morti di stanchezza - quante volte ho offerto un caffè per tirarli su!!)  senza ledere nel contempo la sucettibilità dell'utenza e rispettando la privacy

Insomma, giornalmente mi trovo a gestire un circo equestre.

Noto con tristezza ed anche con un sorriso, leggendo questo forum,  che anche moltissimi altri colleghi di altri tribunale non sono messi meglio di me.

Un Cancelliere dell'Ufficio GIP di Bologna (lettera firmata)

 

 

Fai conoscere Korallion

Scarica il banner di Korallion e pubblicalo sul tuo sito, blog, pagina; presentalo ai tuoi amici e visitatori; LA TUA VISIBILITA' CRESCE INSIEME ALLA SUA.

Chi è in linea?

Abbiamo 7806 visitatori e nessun utente online