Russia contro Germania: nuovi equilibri internazionali sulle spalle dell’Ucraina (Eleonora Cosmelli)

Stampa

SOLUZIONI IMPOTENTI - Due giorni fa il Parlamento regionale della Crimea ha votato per l’indipendenza dell’area dall’Ucraina, senza aspettare l’esito del referendum previsto per domenica. L’avvenimento, quasi impossibile da prevedere fino a qualche mese fa e destinato ad avere un’enorme rilevanza storica, è stato accolto con entusiasmo dal Cremlino, che si lecca i baffi all’idea di un’annessione di questo sbocco sul Mar Nero. Meno felici, certo, l’Unione Europea e gli Stati Uniti. Questi ultimi hanno richiesto il ritiro delle truppe russe e la sospensione del referendum. L’Europa, dal canto suo, parla solo per bocca della Germania di Angela Merkel: la soluzione militare sembra non rientrare tra le opzioni né di Berlino né tanto meno di Bruxelles, ma i danni economici e politici per Mosca potrebbero essere decisamente significativi.

 

leggi tutto

Fai conoscere Korallion

Scarica il banner di Korallion e pubblicalo sul tuo sito, blog, pagina; presentalo ai tuoi amici e visitatori; LA TUA VISIBILITA' CRESCE INSIEME ALLA SUA.

Chi è in linea?

Abbiamo 7794 visitatori e nessun utente online